Lunedì 27 Marzo 2017
Torna alla Home Page Stampa la pagina Contatta il Comune Accedi all'area riservata Accedi alle statistiche di accesso al sito Dimensione caratteri standard Dimensione caratteri A++   
Torna alla Home Page
Pubblicazioni Servizi di egovernment attivi Servizi di egovernment di futura attivazione Elenco Siti tematici Privacy Ufficio Relazioni con il Pubblico
Sei qui : Alcuni dati statistici

  

DATI STATISTICI

Nome abitanti: Crissolesi
Superficie: 48 km²
Altitudine: m 1.100/3.841
Frazioni: Serre, Borgo, Serre Uberto, Brich, Bertolini, Fenogli e Sagne.

 

San Rocco in centro a Crissolo Crissolo è il maggior centro turistico della Valle Po. La sua immagine è contraddistinta dalla stupenda figura del Monviso, m.3841 e dalle sorgenti del Po, ai 2020 m. del Pian del Re.


Il paese ha origine antiche: tracce di sepolture neolitiche furono ritrovate durante scavi condotti verso fine ottocento. Dove sorge il Santuario fu sepolto nel 290 d.c. San Chiaffredo, legionario romano martire e ora, Santo patrono della Diocesi di Saluzzo. Poco sotto il Colle delle Traversette, a quota m.2950, nel 1480 il Marchese di Saluzzo, Ludovico II, fece scavare la prima galleria della catena alpina, allo scopo di agevolare gli scambi commerciali tra Marchesato e Delfinato: il Buco di Viso è tutt'oggi percorribile.


Il Monviso d'inverno Sotto il profilo storico-alpinistico, il nome di Crissolo è legato alla nascita del Club Alpino Italiano voluta da Quintino Sella nel 1863, al ritorno dalla prima spedizione italiana sul Monviso.
Il dialetto comunemente parlato in Paese è il piemontese anche se il paese ha tradizioni occitane con la tipica parlata che ancora oggi è utilizzata dai nativi.


    
Frazione Serre Da Crissolo sono possibili numerose escursioni nel Gruppo del Monviso. Una buona rete di sentieri, vari rifugi e bivacchi alpini offrono un'eccezionale possibilità di scelta.
Il rifugio Quintino Sella (m.2640), è il punto di attacco alle cime del Gruppo.
Il rifugio Vitale Giacoletti (m.2741) è la base per le ascensioni alle punte Gastaldi, Roma, Udine, Venezia.
Numerosi laghi contornano la base del Re di Pietra: Fiorenza (m.2113), Chiaretto (m.2261), Superiore (m.2313), Grande di Viso (m.2590) e Costagrande (m.2582).
Non mancano infine, innumerevoli sentieri e itinerari per gli amanti del mountain bike.


Le sorgenti del Po Un'interessante attrattiva di Crissolo è rappresentata dalla Grotta del Rio Martino. Il ramo inferiore di questa cavità naturale è facilmente percorribile e termina in una grande sala dove, dalla volta, ad oltre 40 metri di altezza, precipita il ruscello che le da il nome.


Il tutte le borgate di Crissolo si possono trovare interessanti esempi di conservazione delle caratteristiche architettoniche e costruttive tipiche della Valle Po: muri in pietra, balconi o lobie, in legno e coperture con lastre di pietra lo lose.


Veduta del Pian del Re Il comune vantava nel 1850 più di 1.400 abitanti oggi (09.10.2011) i residenti sono 168 ma gli effettivi abitanti di Crissolo e le sue Frazioni sono poco più di 50. Le guerre e l'esodo verso la città in cerca di lavoro, hanno contribuito allo spopolamento del paese negli ultimi decenni.

© 2013 Comune di CRISSOLO - Tutti i diritti riservati - I contenuti del sito sono di proprietà del Comune.   W3C Validator   Area riservata   Statistiche di accesso al sito   Il sito fa parte della Rete di Città in Comune   Web developer: Leonardo Web S.r.l.
Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso
Approfondisci Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento