Sabato 19 Agosto 2017
Torna alla Home Page Stampa la pagina Contatta il Comune Accedi all'area riservata Accedi alle statistiche di accesso al sito Dimensione caratteri standard Dimensione caratteri A++   
Torna alla Home Page
Pubblicazioni Servizi di egovernment attivi Servizi di egovernment di futura attivazione Elenco Siti tematici Privacy Ufficio Relazioni con il Pubblico
Sei qui : Monte Granero

 

MONTAGNE E ITINERARI

MONTE GRANERO

H: 3.171 m  -  Durata: 4 ore  -  Difficoltà: 4/5

Interesse
Il Monte Granero (3.171 m) è una notevole cima rocciosa che sorge sullo spartiacque tra Po e Pellice, poco lontano dal confine con la Francia. Offre una vista magnifica sul Monviso. La via che sale per la parete sud-est si svolge per aeree cenge e ripide balze rocciose: richiede quindi un minimo d'esperienza alpinistica e l'uso della corda per assicurare i meno esperti.

Cartina itinerario    Monte Granero


Itinerario
Salita: Da Pian del Re, dove nasce il Po, si prende il sentiero in direzione ovest che taglia a mezzacosta. Dopo i primi 6/700 metri ci si trova nel Vallone delle Traversette, mantenendo la destra si inizia a salire giungendo con alcune tornanti a Pian Armoine. Il sentiero riprende a salire con numero svolte sino a Pian Mait (il suo nome dalla forma, simile a quella del piano di una madia "Mait" in occitano alpino) Proseguendo si giunge alle Casermette, al di sopra della quale una traccia sul terreno franoso porta all'ingresso del Buco di Viso (m. 2.882).
Si lascia a sinistra il sentiero per il Buco di Viso e il Colle delle Traversette, e si prende a destra la diramazione per il Passo Luisás. Salendo per un sentierino fra i detriti si guadagna l'alto valico (3019 m), che si apre tra il Monte Granero e il Monte Meidassa.
Dal passo si attacca la parete che guarda la Valle Po, subito a sinistra della cresta est del Monte Granero. Si sale in obliquo a sinistra per cengette, balze e piccoli canali (ometti di pietre), fino ad una forcelletta al culmine della cresta sud-ovest, dove s'incontra la via normale proveniente dal Passo Seillierino.
Innalzandosi a destra per rocce gradinate e cengette, si raggiunge in breve la piccola statua della Madonna che sorge sulla vetta.

© 2013 Comune di CRISSOLO - Tutti i diritti riservati - I contenuti del sito sono di proprietà del Comune.   W3C Validator   Area riservata   Statistiche di accesso al sito   Il sito fa parte della Rete di Città in Comune   Web developer: Leonardo Web S.r.l.
Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso
Approfondisci Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento